Prossimi eventi
Nessun evento futuro annotato
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

Iscriviti
Cancella

  Iscritti : 861

Box Contatti
• Web-Mail
Calendario
Mini Tchat
Loading...
Entra in Chat
Info Sito
Utenti online :
Utenti iscritti : 0
Visitatori: 2
Totale: 2
Statistiche :
Utenti iscritti: 0
Visite al sito: 0
Visite odierne: 85
 Share on Twitter Share on Facebook
FAQ
Editoriale del 30 aprile 2010

La mia riflessione è semplice, se un'istituzione non è in grado di ascoltare, comprendere nonchè venire incontro ai bisogni ed alle esigenze dei volontari, che ogni giorno si mettono in gioco per aiutare coloro che si trovano in uno stato di bisogno, come può essere in grado di ascoltare e comprendere i bisogni, le esigenze dei suoi veri cittadini?
Abbiamo richiesto il Teatro Comunale di Cesenatico per poter effettuare il saggio di fine laboratorio iniziato lo scorso ottobre e le difficoltà di un'istituzione chiusa e poco aperta non si sono fatte attendere. Da quando abbiamo iniziato questo progetto abbiamo sempre collaborato con altre associazioni in particolare con Noms Cesenatico Onlus perchè abbiamo sempre creduto che l'unione fa la forza ed abbiamo sempre preferito spendere poche parole per lasciare spazio ai fatti, a questa associazione è stato chiesto di stipulare una fidejussione bancaria/assicurativa di 5.000 euro per poter effettuare il saggio, costringendoci così a recarci in banca chiedendo se potevamo stipularla a nostre spese, fortunatamente la BCC di Gatteo che da tempo ci sostiene ha capito a differenza di altri, quanto per noi fosse importante poter effettuare il saggio a Cesenatico ed ha deciso di sponsorizzarci accolandosi le relative spese accessorie, ora ci chiediamo: "ma è così per tutti?"
Il Teatro di Cesenatico non è importante solamente per il fatto che il 12 maggio '08 si è costituita la compagnia teatrale "tana liberi tutti" con lo spettacolo "Al paese deio balocchi", ma è anche il teatro della nostra città, a cui siamo legati affetivamente ed esibirci su quel palcoscenico è fonte di orgoglio e soddisfazione perchè anche se l'associazione si è trasferita a Gatteo noi non abbiamo tradito la nostra città che amiamo.
La pasqua è passata, molti avranno rispolverato orgogliosi il proprio scheletro nell'armadio, fieri di aver conservato il proprio sgabello, contenti di aver eletto negli organi a tutela del volontariato parenti, amici e forse anche affini, se poi sono i giovani volontari che si occupano attivamente di sociale a pagarne le conseguenze, dedicando parte del loro tempo insieme a ragazzi/e disabili... la morale della favola la possiamo trarre da una battuta (al plurale) del film via col vento: "francamente ce ne infischiamo".



Stampa  Pubblicato : Sabato, 8 Maggio 2010 - 10:12
 Ultima modifica : Sabato, 8 Maggio 2010 - 10:12
 Pagina letta 933 volte

gallery
gallery

Forum
Sondaggio



New-CMS 2.9.7 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.1206 seconds
Contenuto del div.